Note sulla versione di Android 11

Questa pagina riassume le principali funzionalità della versione di Android 11 e fornisce collegamenti a informazioni aggiuntive. Questi riepiloghi delle funzionalità sono organizzati in base alla posizione della documentazione della funzionalità su questo sito.

Architettura

Quote API

La versione di Android 11 introduce la funzione delle quote API, che limita la frequenza con cui le app possono chiamare determinate API. E 'implementato solo in JobScheduler chiamate API. Qualsiasi modifica apportata ai limiti preimpostati deve comunque superare il test CTS. È possibile disabilitare e abilitare le quote API utilizzando il setEnabled metodo QuotaTracker.java . L'impostazione predefinita è abilitata. La disabilitazione della funzione consente alle app di chiamare le API interessate senza limitazioni.

Test unitari per QuotaTracker e classi associate sono forniti. La documentazione dettagliata è nei commenti del QuotaTracker di classe. Questa funzione introduce la nuova LimitExceededException API pubblica.

Boot loader

Boot header versione 3

Android 11 supporti di testa di avvio della versione 3. Per ulteriori informazioni, vedere Boot Header Image .

partizioni

Partizioni di avvio

Android 11 introduce il concetto di immagine del kernel generico. Per attivare facilmente l'avvio di un dispositivo arbitrario con un kernel generico immagine, tutte le informazioni specifiche del fornitore viene scomposto dalla partizione di avvio e trasferito in una partizione vendor-avvio . Un dispositivo che si avvia con Android 11 deve supportare la partizione di avvio del fornitore e il formato della partizione di avvio aggiornato per superare i test con GKI.

Intestazione di avvio del fornitore

Il colpo di testa di avvio fornitore può essere più di una pagina.

Applicazione delle interfacce di partizione del prodotto

Android 11 unbundles il product di partizione , che lo rende indipendente dai system partizioni e fornitore. Come parte di queste modifiche, è ora possibile controllare l'accesso della partizione del prodotto alle interfacce native e Java.

Immagini di ripristino

Android 11 aggiorna i requisiti dell'immagine di ripristino e include nuove opzioni basate sulla versione per includere un DTBO/ACPIO di ripristino come parte dell'immagine di avvio/ripristino. Per i dettagli, vedere immagini di ripristino .

Ripartenze soft

Android 11 supporti riavvia morbide , che sono riavvio di runtime dei processi nello spazio utente utilizzato per applicare gli aggiornamenti che richiedono un riavvio (ad esempio, aggiornamenti ai pacchetti APEX).

kernel

Kernel comuni Android

Android 11 introduce modifiche significative al modo in android kernel comuni sono sviluppati e integrati .

Monitoraggio ABI del kernel Android

Android 11 introduce ABI Monitoraggio utensili per stabilizzare l'in-kernel ABI kernel di Android.

Immagine kernel generica

Android 11 introduce il kernel generico fotografia (GKI) , quali indirizzi kernel frammentazione unificando kernel nucleo e spostando SoC e supporto bordo fuori dal kernel nucleo in moduli caricabili.

Kernel modulari

Supporto modulo kernel

Un'immagine del kernel generico (GKI) potrebbe non contenere il supporto del driver richiesto per consentire a un dispositivo di montare le partizioni. Per abilitare un dispositivo per montare partizioni e per continuare l'avvio, prima fase init è migliorato per caricare il kernel moduli presenti su un ramdisk . Il ramdisk è suddiviso in ramdisk generici e vendor. I moduli del kernel del fornitore sono memorizzati nel ramdisk del fornitore. L'ordine in cui vengono caricati i moduli del kernel è configurabile.

DebugFS

Android 11 rimuove il supporto piattaforma per debugfs e richiede che esso non può essere montato o accessibile su dispositivi di produzione. Sebbene DebugFS sia stato creato per scopi di debug, è stato incluso nelle build utente e usedebug per componenti generici e specifici del fornitore. DebugFS è deprecato perché crea:

  • API instabile e non documentata. Android dipende da interfacce del kernel Linux ben definite e stabili e HAL per funzionare correttamente. I test VTS rafforzano la presenza e la correttezza di queste interfacce. DebugFS non può essere applicato perché il suo ABI non è né stabile né documentato.

  • Qualità del codice scadente. Perché sono per il debug, i nodi aggiunti debugfs non vengono esaminati e testati nel modo più rigoroso quelli di altri file system. Quando i bug vengono scoperti in debugfs , sono trattati come meno di una priorità, che contribuisce a vulnerabilità di sicurezza che provengono da debugfs .

  • Vulnerabilità di sicurezza. DebugFS è stato creato con l'intenzione di aiutare gli sviluppatori del kernel a eseguire il debug del sistema e non con un focus sulla sicurezza. Attualmente, non esiste un metodo efficiente per verificare che tutti i nodi DebugFS esposti su un dispositivo di produzione siano sicuri. Sebbene SEpolicy serraggio ha ridotto la gravità della vulnerabilità della sicurezza provenienti da debugfs , vietando montaggio debugfs è l'unico modo per eliminare completamente la superficie di attacco.

In Android 11, VT Impone che CONFIG_DEBUG_FS non è abilitato nella configurazione del kernel del dispositivo e debugfs non è elencato sotto /proc/filesystems .

cumuli di ioni per GKI

In Android 11, le introduce V5.4 Android Common Kernel un quadro per modularizzando cumuli ION specifici del produttore mantenendo il motore principale ione integrata, consentendo agli OEM di mantenere ION kernel modifiche del driver quando si usa il kernel generico immagine (GKI).

Componenti del sistema modulare

Revoca automatica dei permessi

In Android 11, il modulo di PermissionsController può revocare automaticamente le autorizzazioni di runtime per le applicazioni che non sono state utilizzate per un periodo prolungato di tempo.

Aggiornamenti del modulo principale

Android 11 introduce diversi nuovi moduli e aggiornamenti vari moduli esistenti che sono state introdotte in Android 10.

Sovrapposizioni di risorse di runtime

Android 11 o superiore supporta un nuovo meccanismo per RROs . I miglioramenti includono spazio ID di risorsa riservato, un res/xml/overlays.xml di file per l'enumerazione risorse di destinazione, una regola di accumulo Soong per sovrapposizioni, un OverlayConfig file di configurazione per la mutevolezza, stato di default, e la priorità di sovrapposizioni.

Venditore NDK

Istantanee del venditore

Android 11 supporti VNDK artefatti costruire istantanee e istantanee vendor , che è possibile utilizzare per costruire vendor.img indipendentemente dalla versione di Android sull'albero di origine. Ciò consente versioni miste di immagini, come un vecchio fornitore e un'immagine di sistema più recente.

Audio

L'acquisizione audio dal sintonizzatore FM richiede un'autorizzazione privilegiata

In Android 11, sorgente audio MediaRecorder.AudioSource.RADIO_TUNER è visibile come @SystemApi e di utilizzarlo durante l'acquisizione audio con un AudioRecord o MediaRecorder richiede l'autorizzazione privilegiata android.permission.CAPTURE_AUDIO_OUTPUT

Effetti audio

A partire dal 11 Android, i produttori di dispositivi hanno la capacità di collegare automaticamente e consentono effetti audio specifici quando si seleziona un determinato dispositivo audio per la cattura o la riproduzione audio.

Limite del tipo di dispositivo

In Android 11, abbiamo rimosso il limite al numero di tipi di dispositivi audio per consentire a nuovi tipi di dispositivi audio da aggiungere.

Implementazione

Implementazione audio

Android 11 presenta un'applicazione più rigorosa del suono implementazioni grilletto HAL in fase di esecuzione rispetto alle versioni inferiori.

Settore automobilistico

Dettagli sulla versione

Per conoscere le nuove funzionalità e miglioramenti Automotive, vedi Automotive uscita Dettagli .

API di ripristino della porta USB

I produttori di dispositivi possono implementare la porta USB di ripristino API in Android da 11 a reimpostare la connessione gadget USB con host connessi.

Telecamera

Bokeh della fotocamera

A partire dal 11 Android, i supporti piattaforma Android implementazioni bokeh della fotocamera e fornisce le API per rendere la funzione di bokeh a disposizione di applicazioni di terze parti.

Zoom della fotocamera

In Android 11, un'applicazione può utilizzare lo zoom di una macchina fotografica (ottico e digitale) attraverso ANDROID_CONTROL_ZOOM_RATIO impostazione. Questa impostazione è un fattore virgola mobile che consente una migliore precisione di zoom rispetto all'uso dei valori interi con ANDROID_SCALER_CROP_REGION impostazione e permette per rimpicciolire (<1.0f).

Streaming simultaneo della fotocamera

A partire dal 11 Android, l'API Camera2 include metodi che le applicazioni possono chiamare per determinare se le telecamere supportano lo streaming simultaneo e che flusso configurazioni sono supportate.

Supporto fotocamera migliorato per dispositivi virtuali Android

Android 11 introduce un'implementazione emulato fotocamera HAL rinnovato il Seppie e Android Emulator dispositivi virtuali che aggiunge il supporto per più della macchina fotografica funzioni, tra cui:

  • Acquisizione RAW
  • Ritrattamento YUV
  • Livello 3 dispositivi
  • Supporto per fotocamera logica
  • Supporto fotocamera solo profondità

Questo HAL fotocamera emulato sono disponibili all'indirizzo /platform/hardware/google/camera/devices/EmulatedCamera/hwl .

Best practice multi-camera

Per sfruttare appieno le caratteristiche abilitate per multi-camera mantenendo la compatibilità app, attenersi migliori pratiche nell'implementazione di un dispositivo multi-camera logico. Questo include le best practice su come utilizzare ANDROID_CONTROL_ZOOM_RATIO API introdotte in Android 11.

Fotocamere di sistema

Android 11 introduce il supporto per fotocamere a sistema attraverso android.permission.SYSTEM_CAMERA permesso. Le fotocamere di sistema consentono di implementare funzionalità della fotocamera che possono essere utilizzate su app privilegiate o di sistema ma non sono disponibili per app pubbliche di terze parti.

Compatibilità

Le Android 11 Compatibility Definition Document itera su versioni precedenti con aggiornamenti per nuove funzionalità e modifiche ai requisiti di funzionalità precedentemente rilasciato.

Connettività

Bluetooth e NFC

Sincronizzazione dei pagamenti off-host NFC

Android supporta l'emulazione della carta NFC con un elemento protetto per l'emulazione della carta fuori dall'host, ma è possibile che il servizio di pagamento preferito specificato nell'impostazione Tocca e paga non sia sincronizzato con l'app nell'elemento protetto.

Android 11 risolve questo problema con off-host di sincronizzazione pagamento , un meccanismo che consente di sincronizzare la configurazione pagamento Tap & pay, la configurazione di routing sul contatto front-end (CLF), e lo stato app-selezionato nell'elemento sicuro .

Portafoglio ad accesso rapido

Il Portafoglio Accesso rapido funzione consente all'utente di carte di pagamento l'accesso e passaggi rilevanti direttamente dal menu di potenza.

Chiamate e messaggi

Comportamento in chiamata di emergenza

Android 11 introduce modifiche al modo in cui vengono gestite le chiamate di emergenza per supportare meglio i requisiti degli operatori. Il comportamento per la gestione delle chiamate di emergenza è descritto di seguito:

  • Quando un utente effettua una chiamata di emergenza durante una chiamata in corso, a seconda di come la KEY_ALLOW_HOLD_CALL_DURING_EMERGENCY_BOOL chiave è impostato, il dispositivo scollega automaticamente la chiamata in corso o luoghi la chiamata in corso in attesa e esclude dal finanziamento scambiano di nuovo alla chiamata in corso fino a quando la chiamata di emergenza è disconnessa .
  • Durante una chiamata di emergenza, le chiamate in arrivo vengono rifiutate automaticamente e vengono visualizzate come chiamate perse per l'utente. Durante una chiamata di emergenza attiva, non è possibile effettuare chiamate in uscita non di emergenza.
  • In modalità di richiamata di emergenza, l'immissione di una chiamata non di emergenza fa sì che il dispositivo esca dalla modalità di richiamata di emergenza. Se viene effettuata una chiamata di emergenza, il dispositivo torna in modalità di richiamata di emergenza al termine della chiamata. Le chiamate in arrivo non fanno uscire il dispositivo dalla modalità di richiamata di emergenza.
  • Le chiamate di emergenza attive non possono essere scambiate o messe in attesa.

Database aggiornabile dei numeri di emergenza

Android 11 introduce un database di numero di emergenza che può essere aggiornato tramite aggiornamenti OTA. Il database contiene un elenco di numeri di telefono di emergenza con i paesi e le categorie di servizi corrispondenti.

Vettore

eSIM

Flusso di attivazione eSIM tramite app dell'operatore

Android 11 migliora il processo di attivazione di un profilo eSIM tramite un'app dell'operatore. Quando si utilizza un codice di attivazione per scaricare un profilo, l'LPA può avviare l'interfaccia utente dell'app dell'operatore per recuperare ulteriori informazioni dall'utente. L'app dell'operatore può anche avviare la LUI per attivare un profilo eSIM.

Per ulteriori informazioni, vedere:

Gestione degli errori dell'API eUICC

Android 11 introduce chiavi e valori supplementari volti a migliorare la gestione degli errori , consentendo al chiamante dell'API eUICC a errori maniglia specifici singolarmente.

Parametro opzione per il metodo di cancellazione degli abbonamenti

A partire da Android 11, quando si utilizza eraseSubscriptions metodo EuiccManager , è necessario fornire un EuiccCardManager#ResetOption valore enum per specificare se cancellare tutti i test, operativi, o entrambi i tipi di abbonamenti.

Supporto di rete multi-operatore

I dispositivi di lancio con Android 11 può fornire il supporto per più reti mobili terrestri pubbliche (PLMNs) . Il supporto multi-PLMN offre flessibilità agli operatori di rete mobile (MNO) consentendo loro di trasmettere identità multiple.

Supporto per piccole cellule

I dispositivi lanciati con Android 11 può fornire il supporto per gruppi di abbonati chiusi (CSGS) attraverso metodi nelle API di identificazione delle cellule che ottengono informazioni sulle informazioni CSG di una cella. Questo è utile per gli operatori di rete mobile (MNO) che gestiscono piccole celle attraverso gruppi di abbonati chiusi.

API di diagnostica della connettività

L' API di connettività di diagnostica permette applicazioni che proprietario o il gestore di reti, come ad esempio le applicazioni di supporto, applicazioni VPN e applicazioni suggerimento Wi-Fi, per ricevere le informazioni di diagnostica connettività di rete dal quadro.

Apri le modifiche all'API per dispositivi mobili

Android 11 introduce funzionalità aggiuntive per Open Mobile API (OMAPI):

  • Regole di analisi per i privilegi dell'operatore.
  • Personalizzazione dell'accesso a un Secure Element (eSE) incorporato o fornitura di un eSE utilizzando uno o più dei seguenti:

    • SECURE_ELEMENT_PRIVILEGED_OPERATION sistema di autorizzazione privilegiata
    • Identificatori dell'applicazione (AID) del master dell'applicazione delle regole di accesso configurabili (ARA-M)
    • reset sistema API per il lettore OMAPI resettato
  • Fornire ai lettori un chiaro indicatore per le app per filtrare le capacità del dispositivo.

Segnalazione della potenza del segnale

In Android 11, è possibile scegliere e personalizzare più tipi di misurazione del segnale per il framework da utilizzare per segnalare la forza del 4G LTE e reti di accesso radio 5G NR (Rans) del segnale. È quindi possibile utilizzare le intensità del segnale segnalate per controllare come vengono visualizzate le barre del segnale sui dispositivi.

Wifi

Configurazioni di rete Wi-Fi dell'operatore

In Android 11, è possibile utilizzare il suggerimento API Wi-Fi per aggiungere le configurazioni carrier di rete Wi-Fi , invece di configurare il carrier_wifi_string_array parametro nel gestore portante config.

Supporto per hotspot Wi-Fi (AP software) per il tethering

Android 11 introduce migliorato hotspot Wi-Fi (soft AP) di configurazione , fornendo maggiore sostegno per i casi d'uso carrier e personalizzazioni. Queste modifiche consentono ai produttori di dispositivi di configurare quanto segue:

  • SSID e BSSID
  • Tipo di sicurezza (incluso WPA3)
  • SSID nascosto
  • Banda e canale operativi (compreso ACS)
  • Numero massimo di client consentiti
  • Valore di timeout di spegnimento automatico
  • Lista consentita e lista bloccata per consentire all'utente il controllo dei dispositivi associati

Miglioramenti alla selezione della rete Wi-Fi

11 introduce Android miglioramenti alla selezione della rete Wi-Fi per migliorare la connettività di rete Wi-Fi.

Miglioramenti del Passpoint Wi-Fi

Android 11 introduce i seguenti miglioramenti al Passpoint funzione:

  • Supporto per la scadenza del profilo che consente al sistema di informare l'utente e applicare le date di scadenza del profilo. Ciò richiede un profilo con le SubscriptionParameters/ExpirationDate campo inizializzato.
  • Supporto per certificati CA privati ​​e autofirmati per i profili Passpoint R1.
  • Supporto per profili Passpoint R1 senza certificato CA. Il sistema utilizza il truststore predefinito per autenticare la connessione.
  • Il supporto per la configurazione di un dominio AAA chiamato separatamente dal ANQP FQDN (utilizzando l' Extension/Android nodo PPS-MO). Ciò consente di specificare un dominio AAA diverso dal dominio pubblicizzato senza compromettere la sicurezza della connessione.
  • Supporto per più configurazioni Passpoint installate con lo stesso FQDN. Questo è utile per i gestori che distribuiscono più di una combinazione di codice paese mobile (MCC) e codice di rete mobile (MNC) sulla loro rete, ma ha solo un singolo FQDN.
  • Capacità di rilevare e accettare punti di accesso Passpoint R3.
  • Corrispondenza di rete migliorata:
    • Supporti casa fornitore di corrispondenza per HomeSP/HomeOIList .
    • Supporti casa fornitore di corrispondenza per HomeSP/OtherHomePartners .
    • Rimuove il requisito di corrispondenza del metodo EAP non richiesto dalla specifica Passpoint.

I profili Wi-Fi hanno migliorato il supporto dei nomi comuni

In Android 11, profili Wi-Fi rimangono valide quando un'autorità di certificazione (CA) di un vettore cambia se il nome comune è specificato nel opzionale Android sottostruttura estensione. Nelle versioni precedenti, gli utenti devono scaricare un nuovo profilo dal gestore se la CA principale cambia.

Dati

Controllo dell'accesso ai dati

Android 11 introduce l'accesso ai dati di controllo, permettendo agli sviluppatori di app di identificare meglio come le loro applicazioni e le dipendenze accedere ai dati privati (come ad esempio la posizione e dati della macchina fotografica) degli utenti. Per app complesse e multiuso, gli sviluppatori possono definire tag di attribuzione per identificare le diverse parti dell'app.

Per ulteriori informazioni, vedere Accesso ai dati di auditing .

Schermo

Aggiornamenti API di notifica Bubbles

Android 10 ha introdotto l' API di notifica bolle , che consentono agli utenti di facilmente multi-task da qualsiasi luogo sul proprio dispositivo. Android 11 include diversi miglioramenti di Bubbles. Le modifiche più importanti sono l'attivazione di Bubbles per impostazione predefinita e la rimozione delle impostazioni dalle opzioni sviluppatore. Non è richiesto alcun lavoro per implementare Bubbles nella piattaforma Android.

Controlli del dispositivo

La funzione Controlli dispositivo, disponibile a partire da Android 11, consente all'utente di visualizzare e controllare rapidamente dispositivi esterni come luci, termostati e telecamere dal menu di alimentazione. Gli aggregatori di dispositivi (ad esempio, Google Home) e le app di fornitori di terze parti possono fornire dispositivi per la visualizzazione in questo spazio. Non è necessario alcun lavoro di implementazione della piattaforma per supportare questa funzione. L'implementazione predefinita è inclusa nell'interfaccia utente del sistema AOSP. Per informazioni sull'aggiunta di supporto per i controlli del dispositivo per la vostra applicazione di controllo, vedere la dispositivi esterni di controllo pagina Android sviluppatori.

Aggiornamenti del classificatore di testo

Android 11 introduce un'implementazione di default aggiornabile del servizio classificatore di testo che si trova nel modulo ExtServices Mainline. Produttori di dispositivi si consiglia di utilizzare questa implementazione di TextClassifierService in quanto può essere aggiornato tramite aggiornamenti OTA Mainline.

Impresa

Miglioramenti del profilo di lavoro

Android 11 contiene miglioramenti alla privacy e all'usabilità per i profili di lavoro, progettati per affrontare le principali sfide di usabilità. È fondamentale che questi miglioramenti vengano implementati in modo coerente in tutto l'ecosistema.

Gli amministratori IT che supportano Android devono supportare l'esperienza su qualsiasi dispositivo Android che i loro utenti portano al lavoro. Il miglioramento della coerenza dell'esperienza utente dei flussi di lavoro critici riduce significativamente il costo del supporto di Android negli ambienti BYOD. L'implementazione coerente delle funzionalità di privacy su tutti i dispositivi aumenta anche la fiducia degli utenti. Alcuni aggiornamenti includono:

  • L'elenco delle app ha schede separate etichettate Personale e Lavoro.
  • La scheda lavoro ha un interruttore per disattivare il profilo di lavoro.
  • Quando il profilo di lavoro è disattivato, le icone delle app di lavoro diventano grigie e una sovrapposizione nella scheda di lavoro indica che le app di lavoro sono in pausa.

Interazione

Aggiornamenti dell'ambiente di runtime dell'hub di contesto

Android 11 introduce CHRE v1.4 API , che include il supporto per le informazioni 5G cellule, nanoapp discarica di debug, e altri miglioramenti. Esso include anche il supporto per l'utilizzo di tensorflow Lite per microcontrollori in nanoapps. Per ulteriori informazioni, vedere Contesto Hub Runtime Environment (CHRE) .

tattile

Android 11 include una nuova guida su implementazione tatto e la valutazione delle prestazioni tatto sul dispositivo.

Ingresso

Gamepad

Android 11 aggiunge il supporto per controller di gioco di terze parti, tra cui:

  • Nintendo Interruttore Controller Pro: Android aggiunge il supporto sia per la connettività Bluetooth USB e per l'interruttore controller del Nintendo Pro. Test CTS è necessario per tutte le implementazioni, utilizzare NintendoSwitchProTest per convalidare l'implementazione.

  • Regolatore di vapore: Android aggiunge la connettività USB per il controller di vapore.

Reti neurali

Migliori pratiche

Per incoraggiare l'adozione del NNAPI da sviluppatori di applicazioni, attenersi alla seguente best practice in sede di attuazione di un driver NNAPI su dispositivi con Android 11.

Flusso di controllo

In Android 11, il NNAPI aggiunge due operazioni del flusso di controllo , IF e WHILE , che prendono altri modelli come argomenti e li eseguono condizionale ( IF ) o più volte ( WHILE ). Ciò consente di costruire modelli che eseguono operazioni diverse in base ai valori di input o eseguono operazioni più volte senza srotolare.

Esecuzioni recintate

In Android 11, NNAPI permette esecuzioni di attendere per un elenco di sync_fence maniglie e opzionalmente restituiscono uno sync_fence oggetto, che viene segnalata quando l'esecuzione viene completata. Ciò riduce il sovraccarico per i modelli di piccole sequenze e i casi d'uso di streaming. Esecuzione recintato consente anche di interoperabilità più efficiente con altri componenti che possono segnalare o attendere sync_fence .

Domini di memoria

Per i dispositivi con Android 11 o superiore, NNAPI supporta i domini di memoria che forniscono allocatore interfacce per i buffer del driver gestiti . Ciò consente di passare le memorie native del dispositivo tra le esecuzioni, sopprimendo la copia e la trasformazione dei dati non necessari tra esecuzioni consecutive sullo stesso driver.

Qualità del servizio

A partire dal Android 11, le offerte NNAPI migliorato la qualità del servizio (QoS) , consentendo un app per indicare le priorità relative dei suoi modelli, la quantità massima di tempo previsto per un modello da preparare, e la quantità di tempo massimo previsto per un esecuzione da completare.

Quantizzazione a 8 bit con segno

Neural Network HAL (NN HAL) 1.3, introdotto in Android 11, supporta la quantizzazione a 8 bit firmata per l'API Neural Networks. Per ulteriori informazioni, consultare gli aggiornamenti NN HAL in Android 11 .

Miglioramenti dei test

Android 11 include un'utilità di test per eseguire test fuzz sulle implementazioni dei driver NNAPI e una serie di crash test per convalidare la resilienza dei driver in condizioni di utilizzo intenso.

Per ulteriori informazioni, vedere:

Sensori

Tipo di sensore dell'angolo della cerniera

Android 11 introduce una cerniera di tipo sensore dell'angolo per rappresentare un sensore che misura l'angolo tra due parti integranti di un dispositivo.

Sensori Multi-HAL 2.1

Sensori multi-HAL 2.1 , disponibile su Android 11, è un'iterazione di sensori multi-HAL 2.0, che supporta il caricamento sotto-HAL che possono esporre l' angolo di cerniera tipo di sensore. Per supportare questo tipo di sensore, sotto-HAL devono utilizzare le API sub-HAL definiti nella nell'intestazione 2.1 SubHal .

Media

DRM

Android 11 semplifica il percorso MediaDrm / Crypto IPC attraverso la rimozione MediaDrmService. Un nuovo MediaDrm API viene aggiunto per enumerare i plugin DRM disponibili.

Decodifica a bassa latenza in MediaCodec

Android 11 include MediaCodec 2.0 per consentire ai media di decodifica a bassa latenza, che è fondamentale per le applicazioni in tempo reale.

Varie

A partire dal 11 Android, l'applicazione AOSP Gallery non è necessario per supportare l' application/sdp tipo MIME per ACTION_VIEW intento. ACTION_VIEW filtro di intenti per l' application/sdp tipo MIME è stato rimosso dal file manifesto Galleria AOSP app .

Questi requisiti sono documentati nella sezione 3.2.3.1. Nucleo di applicazione delle intenzioni del CDD.

Prestazione

Spazio utente lmkd

Android 11 introduce una nuova strategia di omicidio per evitare la fame memoria e degrado delle prestazioni.

Potenza

Sonno disattento per la TV in standby

In Android 11, una nuova funzionalità denominata sonno disattento è aggiunto per standby TV . È una funzione di risparmio energetico che consente di impostare un timeout di inattività dell'utente dopo il quale il dispositivo va in sospensione, anche se vengono mantenuti i wakelock.

Sicuro

OEMCrypto

Android 11 supporta la versione 16 dell'API OEMCrypto.

Magazzinaggio

Archiviazione con ambito

Android 11 supporti scope di stoccaggio , che limita l'accesso a un'applicazione di archiviazione esterna. Inoltre, MediaProvider diventa il gestore del file system (per FUSE) per l'archiviazione esterna, rendendo coerente il file system sull'archiviazione esterna e il database MediaProvider.

Deprecazione SDCardFS

Supporto SDCardFS è deprecato in fase di test Android 11. VTS non consente file system montati elencati come SDCardFS. Le funzioni di SDCardFS sono sostituite da altri metodi.

test

Suite di test di compatibilità (CTS)

Per Android 11, vengono introdotti molti nuovi moduli chiave e modifiche ai test per CTS. Vedere CTS Note di rilascio per ulteriori informazioni.

Test CTS per le API di gestione APEX

A partire da Android 11, il CtsShimApex pacchetto contiene due applicazioni predefiniti che CTS utilizza per i privilegi di prova e le autorizzazioni.

Se il tuo dispositivo non supporta la gestione dei pacchetti APEX o se il dispositivo esegue la versione 10 o precedente, le due app predefinite devono essere preinstallate separatamente nel sistema.

Per maggiori dettagli, vedere pacchetti CTS spessore .

Note sulla versione CTS

Android 11 introduce molte nuove chiavi moduli e modifiche di prova .

Debug

Registrazione del fornitore con ambito

Android 11 aggiunge un nuovo HAL, IDumpstateDevice (versione 1.1). Questo HAL espone nuovi metodi a più strettamente i registri del fornitore di portata che sono inclusi nel bug report standard, così da consentire all'utente costruisce per accendere la registrazione vendor e disattivare (impostazione predefinita per l'utente costruisce è spento). Ciò offre agli OEM un maggiore controllo su ciò che viene incluso in particolari tipi di segnalazioni di bug.

GWP-ASan: rilevamento del danneggiamento dell'heap

GWP-Asan è una caratteristica nativa allocatore di memoria che aiuta a trovare impiego-after-free e bug di heap buffer overflow in entrambi i processi a 32 e 64 bit.

GWP-ASan è abilitato automaticamente in Android 11 per le applicazioni di sistema e gli eseguibili della piattaforma. Ti preghiamo di non disabilitarlo nella piattaforma e di abilitarlo nelle tue app.

Aggiornamenti

Miglioramenti all'aggiornamento dinamico del sistema (DSU)

Android 10 include miglioramenti per Dynamic System Updates (DSU) , tra cui:

  • Un nuovo frontend, il caricatore DSU con un clic
  • Supporto per DSU a più partizioni
  • DSU firmate OEM, per una maggiore sicurezza
  • Nuovi modi per gestire la compatibilità tra DSU e dispositivi

Pacchetti OTA per più SKU

Android 11 o superiore supporta l'utilizzo di un unico pacchetto OTA per più dispositivi con diverse SKU . Ciò richiede la configurazione dei dispositivi di destinazione per l'utilizzo delle impronte digitali dinamiche e l'aggiornamento dei metadati OTA (utilizzando gli strumenti OTA) per includere il nome del dispositivo e l'impronta digitale nelle voci pre e post condizione.

Firma delle build per il rilascio

Diversi comandi CLI per la firma costruisce per il rilascio sono cambiati in Android 11 .

Vendor Test Suite (VTS) 11

Android 11 Venditore Test Suite (VTS) fornisce numerosi test sul kernel e l'Hardware Abstraction Layer (HAL).

A/B Virtual virtuale

Android 11 unifica / aggiornamenti A e B non-A / B aggiorna fornendo virtuale A / B . Virtual A/B offre aggiornamenti continui ai dispositivi riducendo al minimo il costo dello storage.

test

Allocatore di heap Scudo per impostazione predefinita

A partire da Android 11, l'allocatore di heap scudo viene utilizzato per tutto il codice nativo (tranne sui dispositivi con poca memoria, dove viene ancora utilizzato jemalloc). Quindi non è più necessario abilitare lo scudo su base binaria. Per ulteriori informazioni su scudo, vedere la pagina di Scudo .

tv

quadro CAS

Android 11 supporta il framework dei sistemi di accesso condizionale multimediale (Media CAS) per Android TV, che fornisce API Java standard per sviluppatori e OEM di terze parti. Vedere CAS Framework per maggiori dettagli.

Tunneling multimediale

Per Android 11, gli utenti possono implementare tunneling multimediale con contenuti audio e video direttamente alimentata dal sintonizzatore.

Quadro sintonizzatore

Android 11 supporti Tuner quadro per Android TV, che offre contenuti A / V utilizzando Tuner HAL, Tuner SDK API, e Tuner Resource Manager.

Quadro di ingresso TV

L' Android TV Input quadro (TIF) semplifica la distribuzione di contenuti dal vivo per Android TV, fornendo un'API standard per i produttori di creare moduli di ingresso per il controllo di Android TV, e consentendo di ricerca diretta TV e raccomandazioni. Android 11 introduce tre nuovi componenti in TIF.